Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per gestire alcune funzioni essenziali, per tracciare gli accessi e per migliorare l'esperienza utente. Clicca per accettare i cookies.

    Consulta la Cookie Policy

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per gestire alcune funzioni essenziali, per tracciare gli accessi e per migliorare l'esperienza utente. Clicca per accettare i cookies.

    Consulta la Cookie Policy

Palazzo della Luce

Restauro e risanamento conservativo del piano nobile del Palazzo della Luce, per ospitare un salone catering e una nuova residenza privata.

Committente Privato

Località TORINO

Anno 2015

Gruppo progettazione Arch. Michela Lageard - Lageard Architettura, Arch. Norberto Vairano - Architettura Virano.


Il Palazzo ex Enel - oggi denominato  Palazzo della Luce - a partire dal luglio 2010 è oggetto di un intervento di valorizzazione organizzato in due fasi distinte: la riqualificazione della porzione di edificio che si affaccia su via Santa Maria, destinata ad un unico operatore terziario, e la predisposizione di unità a destinazione mista per la rimanente parte.

Il progetto mostrato nelle immagini è quello relativo alle unità 7 ed 8. Entrambe le unità si trovano al primo piano (piano nobile) e si affacciano su via Bertola e via degli Stampatori.

Unità 7- Residenza

L’unità immobiliare è stata convertita da spazio per uffici e residenza privata, composta da: una cucina, tre camere da letto e due bagni.

Unità 8 – Salone catering

Sono stati previsti degli adeguamenti per rispondere alle normative vigenti riguardanti i locali di pubblico spettacolo. Il salone delle conferenze verrà infatti utilizzato anche per mostre/eventi e ricevimenti, attività aperte al pubblico per una capienza massima di 250 persone.

Considerata la natura dell’edificio, tutti gli interventi sono stati effettuati nel rispetto dei valori storico-artistici che lo contraddistinguono.