Message
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Message
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

There are no translations available.

CONCORSO DI IDEE PER PROGETTAZIONE DI UNA SCUOLA MATERNA

Comune di Dolzago (LC)

Committente
Comune di Dolzago (LC)

Località
Comune di Dolzago (LC)

Gruppo progettazione
capogruppo mandatario Studio Pession Associato e mandanti Pession Engineering srl, arch. Michela Lagard, Favero e Milan Ingegneria Spa, Studio Tecnico Forte ing. Giuseppe, Geoalpi Consulting Geologi Associati, Chiara Scarpa e Ing. Marco Flamigni



Il concept del progetto intende rispondere ad una finalità educativa ampia, che potremmo definire di cittadinanza, intesa come capacità progressiva di acquisire competenze, di inserirsi in una comunità, di alimentare il dialogo fra famiglia, scuola, Comune, soggetti ed istituzioni del territorio.

Il progetto è pensato per considerare lo spazio come terzo educatore, e quindi con caratteristiche che ne sottolineano una ampia fruibilità, flessibilità d’uso, modularità, connessione con l’ambiente urbano circostante.

Non è più una scuola che si chiude in se stessa, o che si differenzia in modo traumatico dagli spazi “di casa” ma una scuola amica, non asettica, dove c’è spazio per accogliere bambini e genitori, per apprendere in modo giocoso in tutti i momenti della giornata, per vivere i momenti di relax e i momenti di contatto con l’esterno. Tale configurazione permette di considerare l’edificio scolastico nella sua funzione specifica di scuola dell’infanzia, a misura di bambino, e a servizio di una didattica personalizzata, calata nell’ambiente, ma anche di ampliarne la fruibilità con iniziative di continuità orizzontale e verticale.